L’organo a canne della Chiesa di San Nicolò, a Venetico Superiore, nel Messinese, potrà tornare presto a disposizione della comunità parrocchiale

SU PROPOSTA DEL PRESIDENTE NELLO MUSUMECI, I MEMBRI DEL GOVERNO REGIONALE, HANNO APPROVATO IL FINANZIAMENTO RIGUARDANTE LA MANUTENZIONE STRORDINARIA DELLO STRUMENTO

0
78

L’organo a canne della Chiesa di San Nicolò, a Venetico Superiore, nel Messinese, potrà tornare presto a disposizione della comunità parrocchiale. Su proposta del presidente Nello Musumeci, il governo della Regione ha deliberato il finanziamento della manutenzione straordinaria dello strumento.

«Nel corso di una mia recente visita a Venetico – dichiara il governatore – ho avuto modo di apprezzare il restauro della Chiesa nicolese e di ascoltare le esigenze della comunità locale e dei parrocchiani. Per questo, finanziando la manutenzione dell’organo, abbiamo deciso di aggiungere un altro tassello che permetterà di rendere del tutto fruibile il luogo di culto».

L’organo a canne della Chiesa di San Nicolò è stato costruito nel 1994 dalla ditta Tamburini di Crema. Lo strumento, oltre a essere utilizzato per accompagnare le celebrazioni liturgiche, è stato protagonista negli anni di concerti che hanno visto esibirsi musicisti di calibro internazionale. Le attuali condizioni dell’organo non ne permettono un uso ottimale. L’intervento di manutenzione consentirà, dunque, di ripristinarne del tutto la funzionalità grazie a una pulitura generale, alla revisione delle sue componenti e alla sostituzione delle parti usurate.