Arriva il nulla osta da parte della Commissione per cinquemila posti da ricoprire all’interno della sanità siciliana; le assunzioni avverranno attraverso concorsi e mobilità. Il vice capogruppo all’Ars del Nuovo Centro Destra, Vincenzo Fontana ne esalta le prospettive: “Adesso la macchina si potrà mettere in movimento: via alla stabilizzazione, alla mobilità e ai concorsi per migliorare il livello della sanità siciliana e per dare risposte stabili alle aspettative occupazionali”.

Il vice capogruppo Fontana si sofferma sul percorso che ha reso possibile questa sorta di riorganizzazione sanitaria generale: “Con questo unanime parere favorevole offerto dalla Commissione, corredato dalla pronuncia positiva della giunta di governo, si va a completare un percorso virtuoso, attraverso il quale la Regione, grazie al lavoro del proprio apparato burocratico e alle scelte delle istituzioni politiche di competenza, ha posto in essere tutti gli strumenti idonei per arrivare ad una proficua riorganizzazione e razionalizzazione del sistema sanitario, aprendo le porte all’occupazione e puntando sulla sicurezza e sull’efficienza”.

Ovviamente solo un terzo, dei famigerati cinquemila posti, corrisponderà a nuove assunzioni; alle quali si accederà tramite concorso. I due terzi restanti saranno equamente ripartiti per la stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato e per la mobilità tra le province della Sicilia e altre regioni d’Italia. Ogni azienda sanitaria potrà disporre fino a un tetto massimo cento nuove assunzioni.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO