Nei giorni scorsi l’ex presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, ha rilasciato una intervista al quotidiano Huffington Post, è bastato questo per scatenare un vespaio di polemiche su di lui ed il Partito Democratico.

Cuffaro si sofferma  sulla migrazioni dei voti in Sicilia: “Con Renzi si stanno spostando i miei voti e la mia classe dirigente, chi stava con me e ora nel Pd fanno le tessere – continua l’ex politico – non capisco il clamore, lo scandalo, a me sembra naturale, avevo un milione ottocento mila voti, lì dentro c’era la Sicilia, quella stessa Sicilia si sta spostando”.

L’ex politico sottolinea, inoltre,  la profonda trasformazione del Partito Democratico nell’Era renziana:”Renzi non è il PD di quando governavo io, bensì un soggetto moderato che vede nel futuro il partito della Nazione – prosegue Cuffaro – non c’è un grande partito moderato a destra, ma Alfano che paradossalmente è alleato di Renzi”, dunque è chiaro come i miei voti si spostino sul PD, questo a me fa piacere”.

Infine, l’ex presidente della Regione aggiunge: “Vanno nel partito che più assomiglia alla ex DC, è ovvio che essendo al governo è la formazione politica più forte, post -democristiani vuol dire stare con chi governa”.

Le polemiche non si sono fatte attendere, divenendo anche abbastanza roventi come le dichiarazioni del vicesegretario dei democratici Lorenzo Guerini che spiega: “Cuffaro stia sereno: il Partito democratico non sta tesserando suoi uomini, dal momento che siamo un partito di centrosinistra, che non ha niente a che vedere con idee politiche sue e dei suoi sostenitori.

Il politico del PD, continua:”Spiace che su una notizia non definibile come tale, ci sia invece, qualcuno dei nostri, pronto a cavalcarla allo scopo di creare confusione e falsità, il tutto in modo strumentale, con il risultato finale di un danno al buon nome del partito.

L’esponente della minoranza PD, Roberto Speranza, giudica molto preoccupanti le notizie d’iscrizioni di massa al Pd da parte di gruppi organizzati che niente hanno a che fare con la nostra cultura e la nostra tradizione politica. In Sicilia dice Speranza.” il mondo legato a Totò Cuffaro si sta riciclando in casa nostra, chiedo ai due vicesegretari del partito di fare chiarezza”.

Fausto Raciti, segretario del partito in Sicilia dichiara:” il PD non sarà mai erede del cuffarismo”. Su un ex politico molto chiacchierato, si fa rumore, per il suo recente trascorso a rebibbia, avendo secondo i giudici favorito Cosa Nostra.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO