Lo scorso 8 gennaio, ad un messinese di 19 anni, l’autorità giudiziaria concedeva gli arresti domiciliari, dopo che lo stesso si è reso protagonista di reati contro il patrimonio. In questi mesi però il giovane, non ha rispettato gli obblighi derivanti dalla misura cautelare comminatagli, così gli agenti della Sezione Mobile e Volanti sulle sue tracce lo hanno tratto in arresto per evasione e furto.

L’arrestato, avrebbe commesso un primo scippo lo scorso 16 febbraio alle 20 in largo San Giacomo, occasione nella quale ad essere presa di mira è stata una donna che ha dovuto subire uno strattonamento ed il furto della propria borsa.

L’autore del gesto malavitoso, ha avuto una facile via di fuga, agevolata dall’utilizzo di uno scooter. Un secondo scippo, il 19 enne lo avrebbe commesso ieri mattina alle 09.00 in via Palermo, vittima anche in questo caso una donna che poco prima di salire in auto si è vista sfilare la borsa con documenti, soldi, cellulare e tutto quanto in essa contenuto.

I poliziotti che hanno agito ieri, hanno potuto ricostruire la sua identità grazie alle testimonianze di chi ha visto fuggire il ragazzo nell’immediatezza dei fatti. Al momento dell`arresto, colui che ha commesso i due furti di questi giorni, si trovava in casa.

Gli operatori delle forze dell`ordine, hanno potuto recuperare il la refurtiva dei due colpi messi a segno, restituendo il tutto alle due legittime proprietarie. Per il giovane ladro, a seguito dei furti commessi si sono aperte le porte del carcere.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO