La sezione di polizia ferroviaria di Messina, prosegue in questi giorni con i servizi volti a garantire sicurezza ai cittadini che per viaggiare decidono di spostarsi in treno. Nelle stazioni, che ricadono nel circondario di competenza della sezione, sono stati potenziati i controlli, così come nelle zone limitrofe ed immediatamente adiacenti.

Una particolare attenzione, nell’ambito di questa attività di controllo, è riservata alla sicurezza da garantire a bordo dei treni in arrivo e in partenza da Messina.  In azione durante un servizio di scorta operato a bordo di un treno proveniente da Roma e diretto in Sicilia, gli agenti hanno controllato e successivamente arrestato un cittadino tunisino trentaseienne.

Lo scorso mese di gennaio, il Tribunale di Udine lo aveva condannato prevedendo per lui una ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di rissa, provvedimento però non rispettato perché nel frattempo resosi irreperibile. Per l’uomo quindi, compiuti gli accertamenti di rito, si sono aperte le porte del carcere di Gazzi.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO