Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, ha disposto con la requisizione temporanea di parte del noto “Hotel Paradise”. Trattasi di un’immobile di proprietà privata, sito in via Consolare Pompea n. 335 a Contemplazione; da destinare all’emergenza abitativa per gli sfollati della ex scuola Ugo Foscolo.

Il provvedimento prevede la requisizione in uso temporaneo, per la durata di 15 giorni, del 1° e 3° piano dell’immobile, per destinare i locali esclusivamente al ricovero degli occupanti l’ex plesso scolastico “Ugo Foscolo” di via Palermo, e lo stabile di proprietà privata, ex caserma dell’Arma, in via Gesù e Maria in S. Leone.

Il comando di Polizia municipale è incaricato della notifica e dell’esecuzione dell’ordinanza ai proprietari dell’immobile. Un verbale di descrizione e consistenza dei locali requisiti ed uno di descrizione sommaria dell’immobile, saranno redatti a cura del dipartimento Manutenzione Immobili Comunali, mentre l’indennità spettante ai proprietari sarà determinata e liquidata con successivo provvedimento; la cui consequenziale istruttoria sarà curata dal dipartimento Politiche Sociali.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO