La videosorveglianza non perdona: a farne le spese il rapinatore che martedì mattina aveva messo a segno un colpo da 1500 euro circa, presso l’ufficio postale agenzia n°11, sito nei pressi villa Dante. Agli investigatori della Squadra mobile è stato, infatti, sufficiente visionare le immagini del sistema di telecamere per riconoscere l’autore: bomberino nero, pantaloni a stampa mimetica e pistola in mano.

Si tratta del 25enne Domenico Musillo, personaggio noto alle forze di polizia, con precedenti, e sottoposto alla sorveglianza speciale nel comune di S. Agata Militello. Le successive indagini hanno consentito di ricostruire il modus agendi del malvivente e gli spostamenti. Il giovane, aveva avuto un permesso per raggiungere una struttura ospedaliera cittadina ed effettuare dei controlli medici terminati i quali, invece di rientrare a Sant’Agata Militello, ha deciso di rapinare l’agenzia delle Poste.

I poliziotti, dopo ampie ricerche, lo hanno rintracciato ieri pomeriggio, nel rione Mangialupi. Ha subito ammesso di essere l’autore della rapina. Rinvenuti e sequestrati il bomberino nero e i pantaloni con i quali è stato ripreso dalle telecamere. Sottoposto a fermo per il reato di rapina aggravata, il venticinquenne, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, è stato trasferito presso la locale casa circondariale.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO