La Consulbrokers Spa di Potenza ha presentato un atto di citazione a carico dell’ex Provincia di Messina, a causa del mancato pagamento di una polizza assicurativa relativa al 2011, stipulata con la City Insurance. Le conseguenze finanziarie potrebbero essere devastanti anche in prospettiva della prossima Città Metropolitana. Si tratterà di un pignoramento nell’ordine dei 730 mila euro.

Eppure il commissario Romano, a tempo debito, proponeva di fare opposizione al decreto d’ingiunzione pervenuta nel mese di ottobre dello scorso anni. E pensare che l’onorario richiesto dall’avvocato Barbaro era di neanche 700 euro per affrontare la causa; in perfetto “stile messinese” si è preferito soprassedere e attendere gli eventi.

A complicare, il già disastrato stato delle casse dell’ex Provincia, si aggiunge un debito fuori bilancio da 75 mila euro nei confronti dell’Amam, riconosciuto dalla Direzione Affari generali; a causa di un mancato pagamento da parte dell’Istituto Archimede. A tal proposito si attende la sentenza della Corte d’Appello: nella peggiore delle ipotesi l’ente provvederà ad onorare il debito ma con diritto di rivalsa nei confronti del suddetto istituto scolastico.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO