Pomeriggio di lavoro extra quello di ieri,  per un poliziotto della Squadra Mobile di Messina l`agente è stato protagonista dell’arresto di un topo d’appartamento nella zona sud della città.

Dopo aver fatto rientro a casa mentre era intento a scaricare le buste della spesa dall’auto, l`appartenente alle forze dell`ordine si è accorto della presenza di uno sconosciuto nel cortile del condominio.

Immediatamente grazie alla sua esperienza si è insospettito tentando da subito di fermarlo, quando è stato allertato dal fragore di una sirena antiintrusione. Capito ciò che stava accadendo,  è corso verso l’appartamento dal quale giungeva l’allarme, di fronte a se si è trovato tre uomini in fuga.

Un rocambolesco inseguimento che il poliziotto ha deciso di compiere, ha consentito di poter fermare uno dei tre malviventi, si tratta di un 27enne messinese, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine.

Il giovane aveva con sé un sacco, successivamente rivelatosi una federa di cuscino, all`interno della quale erano stati nascosti diversi oggetti, tra cui denaro contante, orologi, gioielli, la chiave di riserva di un’autovettura, ed un grosso cacciavite.

Insieme ai colleghi delle Volanti, accorsi subito dopo in suo aiuto, i poliziotti hanno individuato l’appartamento da poco violato e rintracciato i proprietari, ai quali hanno restituito la refurtiva.

Il Pubblico Ministero di turno, ha disposto per il malvivente la sua permanenza agli arresti presso le celle di sicurezza della Caserma Calipari in attesa dei provvedimenti giudiziari da adottarsi nel procedimento con rito direttissimo.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO