Ieri, presso l’Accademia dei Pericolanti dell’Università di Messina, è stato presentato al pubblico il libro intitolato “Social Gossip – Dalla chiacchiera di cortile al Web Pettegolezzo”; a cura della prof.ssa Antonella Cava, docente di Industria Culturale e Media Studies, e del prof. Francesco Pira, Docente di Comunicazione e Giornalismo.

All’incontro, introdotto dai saluti istituzionali del Delegato del Rettore alla Comunicazione, prof. Marco Centorrino, sono intervenuti il prof. Mario Bolognari, Direttore del Dipartimento Dicam, la prof.ssa Caterina Barilaro, ordinario di Geografia Culturale, il prof. Carzo, ordinario di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi.

Il volume, pubblicato da Aracne editore, analizza il problema dell’accelerata e, spesso, incontrollata diffusione di indiscrezioni tramite i mezzi di comunicazione contemporanei, ormai fruibili a tutti. Il testo evidenzia come l’intrinseca appartenenza del “piacere del chiacchericcio” della realtà sociale si arricchisca e si colori di nuove sfumature nel mondo del web 2.0. Dalla televisione ai social media (Facebook e Twitter in primis) il pettegolezzo, destando scalpore e fervente curiosità, riesce a penetrare facilmente e velocemente nella vita degli utenti, innescando anche processi di trasformazione dell’immagine dei personaggi pubblici.

L’informazione assume così la veste di puro intrattenimento creando un ibrido, definito “infotaiment”, per il quale il piacere di raccontare diventa più importante del racconto stesso. I due docenti e sociologi hanno indagato su questo genere di comunicazione informale, evidenziandone le sfumature storiche, sociologiche e politiche e rintracciando il ruolo dei media nella promozione e diffusione di tale fenomeno.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO