Un altro arresto per furto di corrente elettrica: questa volta a farne le spese era un inconsapevole vicino di casa. I Carabinieri di Ganzirri, durante un preordinato servizio di controllo del territorio, hanno individuato, all’esterno di una fatiscente palazzina, dei contatori “anomali”.

I militari hanno identificato immediatamente i proprietari e contattato prontamente gli agenti verificatori dell’Enel. Quest’ultimi hanno immediatamente constatato come un contatore, in maniera rudimentale, fosse abusivamente allacciato sulla rete di un’altra utenza che, ovviamente, era all’oscuro di tutto.

La proprietaria del contatore illecitamente modificato, Scutellà Liliana 63 enne, gravata da precedenti per truffa, è stata arrestata e messa ai domiciliari.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO