Per dire no alla creazione di un inceneritore, con ben due referendum svoltisi il 31 gennaio ed il 6 marzo i cittadini dei Comuni ricadenti nel comprensorio della valle del Mela hanno detto un chiaro no. A San Filippo del Mela il 96% di votanti con 2610 no e 104 si, Gualtieri Sicaminò si è espressa i no sono stati 936 contro 12 si per il 99% di elettori, stessa percentuale per Pace del Mela dove a dire no ci hanno pensato in 2900 mentre i si hanno trovato 29 sostenitori.

Il Ministero dei Beni Culturali, grazie all’esistenza del Piano Paesaggistico, ha respinto l’ipotesi della costruzione di un inceneritore nell’area dell’ex Centrale Enel di San Filippo del Mela; oggi però la Società A2A che detiene le aree ha presentato ricorso, “vuole per forza fare profitti sulla pelle dei cittadini”. Se la gente dimostrerà di “non voler subire ogni porcata in silenzio”, questa volta non riusciranno nel loro intento.

Indetta da #decidiamoNoi, si prevede per le ore 15 di oggi a Milazzo in piazza San Papino una “MANIFESTAZIONE” per dire No all’inceneritore, evitando che venga stravolta la volontà popolare espressa con i due referendum richiamati e che sottobanco si tenti di cambiare il Piano Paesaggistico per dare il via libera all’opera.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO