Emilia Barrile, presidente del Consiglio comunale, interviene in merito alle intimidazioni e agli attacchi fisici subiti dai conduttori della trasmissione televisiva “Voce di Popolo”: Alessandro Silipigni e Giuseppe Bevacqua. In una nota ha sottolineato che: “Desidero esprimere come cittadina, innanzitutto, ed in quanto rappresentante del Civico consesso, piena ed assoluta solidarietà alla stampa cittadina ed a chi quotidianamente si impegna sul fronte dell’informazione”.

“L’estrema competenza ed attenzione – prosegue Emilia Barrile – rivolta dai giornalisti, dai fotografi e dai cameraman di tutte le testate alle gravi problematiche che la nostra città vive, li porta naturalmente ad essere in prima linea nel dar conto di tutto ciò che accade in nome del diritto di cronaca e dello stimolo continuo al cambiamento”.

“Le gravi intimidazioni – continua la presidente – gli attacchi fisici e la distruzione di attrezzature subite dagli operatori Alessandro Silipigni e Giuseppe Bevacqua impongono una seria riflessione sul clima che si vive a Messina rispetto a chi informa e garantisce il diritto all’informazione. L’intensificarsi del clima d’intolleranza verso chi è presidio di libertà ed oggettività mette in allarme la società civile tutta e gli atti posti in essere da facinorosi gettano un’ombra sulla libertà di espressione nella nostra città.

La dott.ssa Barrile ringrazia il Prefetto per la condanna e, in sostanza, invita il Sindaco a fare altrettanto: “Alla luce di quanto avvenuto non posso che ringraziare Sua Eccellenza il Prefetto, Stefano Trotta, che continua, nel tempo, a condannare con forza i gravi atti accaduti, concorrere, per quanto possibile nelle mie funzioni istituzionali, al ripristino della sicurezza e della legalità e sinceramente solidarizzare con gli operatori offesi invitandoli ad andare avanti nel percorso di confronto libero e democratico intrapreso. Chiedo, altresì, all’Amministrazione comunale ed al Sindaco, in particolare, di riallacciare quell’indispensabile legame con il giornalismo che, per trascorse improvvide dichiarazioni, si è pericolosamente allentato”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO