Un messinese, Giuseppe Minutoli di 44 anni, finisce in mare con la sua auto e muore annegato. La vittima dirigeva un albergo a Lipari ed era sposato con un’isolana dalla quale aveva un figlio. La tragedia è avvenuta nei pressi di Porticello.

L’automobile si sarebbe inabissata a 15 metri circa di profondità: il conducente sarebbe stato rinvenuto da un sub: seduto al posto guida, con cintura di sicurezza allacciata e finestrini abbassati. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari accorsi sul posto.

Non è chiaro se alla base della tragedia ci sia una tragica fatalità, legata magari ad un malore del conducente; a quanto pare il 44enne si recava spesso nella zona di Porticello per pescare, tuttavia, questa volta non c’era alcuna traccia nella sua auto di attrezzature necessarie per la pesca.

In questo contesto, prende corpo l’ipotesi di un suicidio. Un testimone afferma di aver visto l’auto di Minutoli avvicinarsi lentamente verso il mare per poi precipitarvi dentro. I Carabinieri hanno informato la Procura di Barcellona PG ed è attualmente in atto un’indagine per chiarirne le cause del tragico evento.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO