L’atrio della stazione ferroviaria di Messina è divenuto teatro di episodi di una sorta di rissa, tra un uomo ubriaco e gli agenti della polizia ferroviaria. I fatti sono avvenuti ieri nel tardo pomeriggio, quando molti viaggiatori affollavano il locale predetto.

I poliziotti della sezione Polfer durante le consuete operazioni di controllo sia a bordo treno che all’interno della stazione, sono intervenuti immediatamente, riuscendo a fermare non senza difficoltà, un 46enne messinese, pregiudicato, che d’improvviso ha dato fuori di testa, incutendo timore in chi assisteva alla scena.

Ubriaco evidentemente alterato nella propria condizione psichica, è stato bloccato per il competente e professionale intervento degli agenti, uno dei quali ha anche ricevuto una testata in pieno volto da parte dell’arrestato, con la conseguente rottura del naso ed una prognosi presunta di 25 giorni, escluse complicazioni. Per i colleghi, non vi è stata sorte migliore, dato che anch’essi sono stati bersaglio di pugni e morsi.

I Poliziotti hanno dunque avviato le procedure di rito per l’arresto del pregiudicato, con l’ipotesi di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale nonché lesioni. Nell’attesa del processo, si è attuata la convalida dell’arresto, il quarantaseienne secondo le disposizioni dell’Autorità Giudiziaria, è soggetto all’obbligo di firma.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO