Durante la prevista conferenza stampa che si terrà domani giovedì 31, alle ore 10, nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, verrà esaminato il progetto di “Educazione Interculturale” da realizzarsi negli Istituti Comprensivi del Comune, a seguito della firma dell’accordo di Programma che si apporrà domani fra i diversi attori coinvolti in questa iniziativa. Per la prima volta a Messina, si cercherà di estendere il progetto educativo anche negli Istituti Comprensivi, potendo contare sulla collaborazione e delle competenze dell’Associazione ONLUS “Intercultura”.

Il sodalizio associativo è presente in Italia già dal 1955, le sue finalità sono quelle di favorire i processi di integrazione, accoglienza, apertura mentale e curiosità verso la diversità culturale sin dalla più tenera età, agendo sulla veicolazione di queste tematiche, per farle diventare proprie di chi le ascolta. Inoltre è prevista, una doverosa formazione interculturale rivolta agli insegnanti delle scuole elementari e medie, l’incentivazione di scambi interculturali intesi come esperienza di accoglienza dei ragazzi/e stranieri e di soggiorno all’estero dei nostri studenti.

Il progetto “Educazione Interculturale” prevede poi, l’abbattimento degli stereotipi e dei pregiudizi nei confronti delle altre culture per insegnare principi universali e volti alla mondialità, l’incentivazione della formazione personale per poter avere una convivenza pacifica fra i popoli, il non far diventare la diversità come motivo di discriminazione, odio e violenza, ma strumento strumento di arricchimento culturale.

L’accordo verrà formalizzato tra il Comune di Messina, nella circostanza rappresentato dagli assessori alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, alla Cultura, Tonino Perna e dal dirigente del Dipartimento Politiche Culturali ed Educative, Salvatore De Francesco, che firmeranno l’intesa con l’Associazione Intercultura e la Rete rappresentata dalle scuole. Il 5 e 6 aprile, dalle ore 16 alle 19, all’Istituto comprensivo Battisti – Foscolo si darà il via ai corsi di formazione in merito al progetto.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO