Un malvivente che avrebbe proprio bisogno di qualche ripetizione in una buona “Scuola di ladri”. Accade in località Scala di Patti (ME) che un “ladro” perda il portafoglio proprio nell’abitazione dalla quale stava sottraendo alcuni preziosi; fornendo così (suo malgrado) ai Carabinieri il documento d’identità e tutti gli altri dati necessari per procedere ad una facile denuncia.

Trattasi di un37 enne catanese e i fatti risalgono a qualche giorno fa, quando è stato richiesto l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Patti nella località Scala di Patti a seguito di un furto in abitazione di monili di bigiotteria e d’oro, del valore complessivo di circa 1000 euro. I Carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini.

Da immagini di un sistema di videosorveglianza si è risalito all’orario del furto, avvenuto alle 11 circa ed all’autovettura utilitaria utilizzata dai ladri. I Carabinieri dopo il sopralluogo nell’abitazione hanno rinvenuto un portafoglio contenente i documenti di un soggetto catanese con precedenti specifici riconducibili al ladro, smarriti durante il furto.

L’uomo individuato e raggiunto dai Carabinieri di Catania Librino veniva immediatamente accompagnato in caserma e sentitosi con le spalle al muro ha dovuto ammettere le proprie colpe, confessando di aver effettuato il furto, e di essersi sbarazzato della refurtiva in quanto non l’aveva ritenuta di grande valore. L’uomo è stato denunciato per furto aggravato.

Ulteriori indagini sono ancora in corso per risalire agli eventuali complici del ladro. Un’operazione rapida ed efficace dei Carabinieri che, grazie al fattivo coordinamento tra le due province, ha consentito di individuare l’autore e portarlo in giudizio presso il competente Tribunale.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO