Erano le 15 quando in un caldo pomeriggio di inizio primavera, si sono incontrati per una riunione di Giunta, con una differenza, guardarsi dritto negli occhi per decidere come è chi dovrà continuare ad Amministrare al fianco del primo cittadino.

Ieri infatti durante la seduta precedentemente convocata per prendere decisioni importanti, è emersa una prima certezza, entro domani saranno ufficializzate le scelte sugli avvicendamenti. La speranza per i cittadini, è che le sostituzioni coincidano con i nuovi incarichi assessoriali.

In verità in questi mesi, per oggettivi ed altrettanto evidenti fatti accaduti, coloro i quali più volte sono stati sul punto lasciare la partita sono stati, Patrizia Panarello, assessora al Commercio ed alla Pubblica Istruzione e Tonino Perna, suo collega con delega alla Cultura ed al Turismo.

I motivi più evidenti per l`assessora Panarello potrebbero essere, le dure polemiche anche con altri esponenti dell`Amministrazione ed in qualche occasione con il dirigente, per la circostanza dell`interruzione del servizio di refezione scolastica.

Non solo questo però, infatti non è stato semplice per lei dover regolamentare un settore delicato come quello del Commercio e delle occupazioni di suolo pubblico. Per Tonino Perna invece, sulla eventuale scelta della sua sostituzione potrebbe influire la cronica mancanza di risorse economiche per dare segnali importanti alla Città in due campi che sembrerebbero aver perso smalto amministrativo.

In entrambi i casi, i due assessori uscenti pagherebbero colpe non loro, addebitabili, anche alla burocrazia. Negli ultimi giorni al centro delle polemiche, che potrebbero lasciar intendere novità anche per lui, è finito il Vice sindaco Guido Signorino, assessore al Bilancio ed alle Partecipate. Pagherebbe, per un bilancio 2015 non ancora esitato, del quale non vi è traccia in Consiglio Comunale e per i ripetuti rilievi sul Piano di riequilibrio da parte della Corte dei Conti.

Ancora ventiquattro ore di attesa, per poter conoscere come evolverà la vita amministrativa della Giunta Accorinti.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO