Potrebbe trattarsi di una resa di conti tra allevatori, l’aggressione avvenuta a Santa Domenica Vittoria nella tarda mattinata del 12 aprile. In manette è finito un 48enne di Maniaci (CT), Salvatore Luigi Rizzo, convinto che un collega allevatore gli avesse sottratto un certo numero di ovini, decideva di farsi “giustizia” da solo, mettendo in atto una vendetta violenta.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, Rizzo transitava a bordo della propria autovettura in una strada intercomunale, quando incrociava il presunto ladro di ovini e dopo aver fatto inversione di marcia, lo bloccava tagliandogli la strada. Dopo essere sceso repentinamente dalla propria autovettura, l’aggressore afferrava il malcapitato, attraverso il finestrino della vettura su cui era a bordo, tirandolo per il collo ed accusandolo di essere il responsabile di un furto subito qualche settimana prima.

Rizzo si accaniva sulla vittima e colpendolo ripetutamente con una spranga che gli provocava ferite su varie parti del volto. Al sopraggiungere di un’altra autovettura l’aggressore smetteva di colpire l’uomo e si dava alla fuga. La vittima, immediatamente soccorsa è stata accompagnata presso l’Ospedale di Bronte (CT) ove gli venivano diagnosticate varie ferite e fratture al volto.

I Carabinieri delle stazioni di Santa Domenica Vittoria e Floresta si ponevano subito sulle tracce del fuggitivo, rintracciandolo dopo una breve ricerca nei pressi dell’abitazione di un proprio parente, traendolo in arresto per lesioni personali aggravate. L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione del Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Messina, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi, in attesa di udienza di convalida dell’arresto, che si terrà oggi.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO