La Presidente del Consiglio Comunale Emilia Barrile, ha presieduto i lavori d`aula di una seduta voluta da lei, in modo tale che l`Amministrazione potesse presentare i due nuovi assessori, Luca Eller Vainicher e Daniela Ursino.

Protagonista del pomeriggio istituzionale, ieri,  è stato il sindaco Renato Accorinti, il quale nel prendere la parola ha immediatamente chiarito che non esistono accordi sotto traccia tra la sua Giunta ed alcuni partiti.

Una precisazione doverosa, visto che sono circolate voci di vicinanza della Ursino al PDR, dell`onorevole Beppe Picciolo e di Vainicher al PD, in questo caso perché il primo cittadino ed il nuovo assessore sono stati visti insieme alla Leopoldina di Palermo organizzata dal sottosegretario Davide Faraone.

Accorinti è stato accompagnato da tutti gli assessori, unica assente Nina Santisi, il massimo esponente di Giunta, ha detto che vogliono continuare il percorso amministrativo, con l`unico intento di lasciare una città migliore di come l`hanno trovata.

Andare avanti, ma con l`aiuto di tutti dato il momento delicato attraversato dalla città, non sono mancati attimi di rilievo come nella circostanza in cui il massimo esponente di Palazzo Zanca, si è assunto la responsabilità del ritardo nella presentazione e relativa mancata approvazione del bilancio 2015.

L`intervento del nuovo assessore al Bilancio Vainicher,  è stato toccante, ha giurato con la mano sul cuore, ringraziando i messinesi, dicendosi onorato di servire sia il Consiglio che l`Amministrazione Comunale. L`esponente di origini toscane, ha avuto modo di lodare il sud, prima conosciuto solo da turista, oggi grazie al fatto di lavorare a Messina.

Della città ha specificato la drammaticità della situazione, nella consapevolezza però, che si tratta di una condizione generale e comune a tutta l`Italia. L`Assessora alla Cultura ed alle Politiche scolastiche Ursino, ha evidenziato come da due anni sia tornata a Messina.

Intende mettere a disposizione della comunità, in questa esperienza amministrativa,  ciò che ha potuto imparare fuori.Lavorerà, in continuità con quanto di buono fatto dai suoi predecessori Tonino Perna e Patrizia Panarello.

Inizierà ad essere in funzione nell`incarico assegnatole, dopo il primo maggio, in quanto Perna porterà a termine il lavoro che stava seguendo, attuando la “Settimana della Cultura”.

Ritornando ad Accorinti, ha salutato sia Perna che la Panarello, quest`ultima non è stata tenera per essere stata messa da parte senza spiegazioni di persona, ma avendolo appreso solo dalla stampa. Del suo ex vice sindaco, il professor Guido Signorino considera importante è più proficuo l`impegno sullo “Sviluppo economico”, sul quale potersi concentrare, per il bene della città che ha bisogno di trovare una strada produttiva in questo campo.

Gaetano Cacciola che ha ereditato la vice sindacatura,  in chiusura di interventi, si è espresso facendo notare l`importanza del lavoro e dell`aiuto di tutti per far uscire Messina dai suoi problemi.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO