Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?, Questo il quesito sul quale i cittadini chiamati ad esprimere il proprio diritto di voto, avranno la possibilità di farlo recandosi alle urne predisposte nelle sedi scolastiche destinate a questo scopo.

Divieto di attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi in zone di mare entro dodici miglia marine. Esenzione da tale divieto, per i titoli abilitativi già rilasciati. Abrogazione della previsione, che tali titoli hanno la durata della vita utile del giacimento. Una occasione importante dunque, perché i cittadini possano dimostrare di essere interessati alla vita dello Stato del quale fanno parte, orientando come prevede la Costituzione, alcune scelte in modo altamente partecipativo qual’è da considerare un Referendum. Il referendum abrogativo di oggi, si terrà in una sola giornata, potranno votare tutti i cittadini italiani, maggiorenni e in possesso di una tessera elettorale.

Per votare, bisognerà recarsi al proprio seggio elettorale che è quello indicato sulla tessera elettorale personale, nel comune di residenza muniti di un documento d’identità, ciò fino alle ore 23, momento nel quale verranno chiusi i seggi ed inizieranno le contestuali operazioni di scrutinio delle schede. Chi non trovasse più la tessera, può farne richiesta all’Ufficio elettorale, per questo a Palazzo Zanca anche oggi il personale è operativo per assolvere a questa esigenza, di rilascio del duplicato. Vi è una sola scheda per votare, di colore giallo, si dovrà fare una croce sugli spazi “sì” o “no” relativi a questa domanda posta dal quesito referendario. Il dato dell’affluenza alle urne, relativo alla Provincia di Messina, riferito alle 12 di oggi si è fermato al 5,72%.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO