Un furgone con 300 computer portatili HP nuovi di zecca sequestrati dalla Polizia di frontiera marittima, nelle vicinanze degli imbarcaderi del Viale della Libertà. Scatta la denuncia per due persone: un 52 enne italiano e un 36enne originario del Bangladesh.

Nello specifico, i due individui viaggiavano a bordo di un furgone Iveco stracolmo di merce: scarpe e indumenti ma soprattutto i 300 notebook con tanto di confezione ed imballaggio originale. Nessuna documentazione fiscale o relativa al trasporto comprovante l’acquisto lecito della merce a bordo.

I successivi accertamenti effettuati con l’ausilio di personale del Gruppo della Guardia di Finanza hanno confermato la provenienza furtiva dei notebook. I due, dichiaratisi ambulanti recatisi in Sicilia per lavorare nei mercati locati, sono stati denunciati per il reato di ricettazione.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO