Poteva trasformarsi in tragedia, l’atto estremo di un ragazzo di 21 anni che, nel pomeriggio di ieri, ha deciso di tentare il suicidio lanciandosi dal traghetto; nei pressi della Rada San Francesco. Alla radice dello sconforto del giovane ci sarebbero questioni lavorative e personali.

Solo grazie all’intervento di un agente di Polizia fuori servizio, Basilio Fallo, si potuto evitare che il suo gesto disperato giungesse a compimento. La nave stava per attraccare nel porto di Messina, quando il 21enne superava le barriere di sicurezza poste sull’imbarcazione e si gettava in mare.

A richiamare l’attenzione del poliziotto, le urla di disperazione della madre del ragazzo. L’agente Fallo, 41enne del Commissariato di Patti, non ci ha pensato due volte: con un atto di eroismo puro si è lanciato anche lui nelle acque dello Stretto per soccorrere il giovane. Il 21enne veniva quindi trasferito all’ospedale Papardo per accertamenti: il suo quadro clinico non desta, attualmente, particolari preoccupazioni.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO