Forse siamo davvero al capolinea per la Giunta di Renato Accorinti, anche i consiglieri comunali appartenenti all’Area popolare di Messina (Udc e Ncd), che fino a questo momento avevano manutenuto un atteggiamento di moderata tolleranza nei confronti della Giunta, ora ne chiedono le dimissioni.

L’integruppo popolare chiede, infatti, al presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, di convocare urgentemente una seduta del civico consesso, alla presenza del sindaco Renato Accorinti e della giunta assessoriale per discutere, in un apposito ordine del giorno, le dimissioni contestuali del consiglio e della giunta di Palazzo Zanca”. Così si legge in una nota, primi firmatari i capigruppo di Udc, Mario Rizzo e di Ncd, Daniela Faranda.

“Al di là intenti e propositi verbali, di dimissioni utili o inutili – affermano i consiglieri – è arrivato il momento di aprire un confronto aperto che porti a una reale azione democratica da parte di ciascun rappresentante delle istituzioni comunali.

“Tale richiesta – conclude la nota – è motivata, perché da un lato c’è un’amministrazione che non è riuscita a raggiungere gli obiettivi politici prefissati in campagna elettorale e che non riesce a rendere efficiente la macchina amministrativa e burocratica del Comune di Messina; dall’altro c’è un Consiglio comunale per il quale è necessario ritrovare una nuova legittimazione politica e rinnovato slancio istituzionale”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO