Si svolgerà, giovedì prossimo a Messina, un convegno per illustrare le strategie difensive per le imprese nei confronti del Fisco. L’evento è organizzato in collaborazione dei l’Ordine dei Dottori Commercialisti del capoluogo peloritano.

Quali sono e cosa prevedono le disposizioni sulla rateizzazione degli avvisi bonari e delle cartelle di pagamento? Cosa sono e cosa prevedono le misure cautelari e le azioni esecutive attuate dall’agente della riscossione? E ancora: come opporsi agli atti emessi dall’agente della riscossione: cartelle di pagamento, intimazioni di pagamento, preavviso di fermo amministrativo, comunicazione preventiva di iscrizione ipotecaria, iscrizione ipotecaria? Cosa dice la normativa relativa all’istituto della transazione fiscale e quali sono i riflessi sul processo tributario?

Su questo e su altri quesiti risponderanno gli esperti chiamati da Confindustria Messina ad illustrare le strategie difensive da adottare nei rapporti con il fisco. Le nuove normative richiedono dall’impresa un maggiore coinvolgimento del management nelle tematiche fiscali e una diffusa consapevolezza aziendale dei rischi. Insomma, chi vuole amministrare, deve diventare quasi fiscalista.

L’approfondimento, destinato agli imprenditori e ai loro consulenti, è centrato sull’analisi dell’attività istruttoria che l’Amministrazione Finanziaria effettua alla luce dei principi comunitari, e, soprattutto, sull’individuazione delle strategie difensive e dei concreti comportamenti che, le imprese sottoposte a verifiche fiscali, devono adottare.

L’Appuntamento “Fisco e impresa, strumenti di strategia difensiva” a cura dello studio Deloitte, è organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Messina e si terrà giovedì 26 maggio nella sala convegni dell’Ordine, in via Santa Maria Alemanna 25, dalle ore 9 alle 13. Interverranno l’Ingegnere Sebastiano D’Andrea, Presidente di Confindustria Messina, il Dott. Enrico Spicuzza, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Messina, e il dottor Gian Maria Fulco, partner Sts Deloitte.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO