Questa sera come ogni venerdì, torna “Malalingua”, il programma condotto da Emilio Pintaldi, che per l’inizio della stagione estiva, si trasferisce in esterno tra la gente, in diretta dalla terrazza del “Marina del Nettuno”. Dice questo, la voce di chi è vicino ai cittadini: “Ad Itaca, Penelope, per ingannare i proci, che pretendevano la sua mano, per vent’anni, disfaceva quella tela che di giorno tesseva. Questo, perché aveva detto loro che alla fine del lavoro avrebbe scelto il pretendente. Da vent’anni o quasi, Messina aspetta la via Don Blasco che dovrebbe costituire un collegamento più agevole per il molo Norimberga: 27 milioni di euro i soldi a disposizione”.

“Da oltre vent’anni, Messina attende di liberarsi dai Tir. Quel porto di Tremestieri considerato la panacea di tutti i mali, sorge la mattina e scompare la sera. Sorgono all’improvviso, intoppi che prima nessuno aveva considerato. “Vietato liberarsi dai Tir:al palo Tremestieri e via Don Blasco” è il titolo della puntata di Malalingua estate che andrà in onda questa sera alle 20.30 su Tcf canale 113 del digitale e in streaming su Tcftv.it. Come sempre però, usciremo anche fuori tema. Si parlerà di area fieristica, dei primi tre anni dell’Amministrazione Accorinti. Ospiti della serata televisiva, il sindaco Renato Accorinti, l’assessore ai lavori pubblici Sergio De Cola, l’assessore alla Cultura Daniela Ursino, il segretario dell’Orsa Trasporti Michele Barresi, il segretario generale dell’Autorità portuale Francesco Di Sarcina, il progettista e direttore dei lavori della nuova via Don Blasco Antonio Rizzo.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO