E’ scattata questa mattina l’operazione congiunta tra Polizia e Carabinieri di Messina contro il Clan Giostra. In manette, a vario titolo, sono finite 24 persone. L’operazione denominata “totem” sarebbe ancora in fase di svolgimento e coinvolgerebbe oltre alla provincia peloritana, quelle di Enna, Catania, Mantova e Cagliari.

Un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Messina, D.ssa Monica Marino, su richiesta dei sostituti Procuratori della competente Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo D.ssa Maria Pellegrino, D.ssa Liliana Todaro e Dott. Fabrizio Monaco nei confronti di complessivi 24 esponenti del clan Giostra (20 dei quali verranno ristretti in carcere, 3 agli arresti domiciliari e 1 all’obbligo di presentazione alla P.G.).

Gli arrestati sono ritenuti responsabili – a vario titolo – di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, estorsione, detenzione illegale di armi, esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa, corse clandestine di cavalli e maltrattamento di animali e altro, aggravati dalle modalità mafiose. Seguirà ulteriore comunicato stampa nel corso della giornata.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO