Ieri mattina a Palazzo Zanca, la Cisl Funzione Pubblica, alla presenza di alcuni lavoratori dei servizi sociali, del segretario Calogero Emanuele e del sindacalista Saro Contestabile, ha attuato una protesta simbolica. Si è trattato, di una iniziativa pacifica.

La chiarezza degli intenti, si può notare già, da uno dei cartelli che hanno i manifestanti, sui quali c’è scritto: “Non abbandonate i servizi sociali”. Sono stati qualche ora a davanti la porta del sindaco Accorinti, tanto quanto basta, per tenere alta l’attenzione sul problema, volendo sottolineare che i servizi sociali non si devono toccare.

Saro Contestabile, specifica: “oggi, siamo a cinque giorni dalla scadenza dei bandi sui quali vi è stata l’ennesima proroga, non si sa ancora quale sia lo scenario per i prossimi mesi. Ormai da tempo, il lavoro è accompagnato dal costante spettro della presenza delle lettere di licenziamento, con continue proroghe. Chiediamo dunque, un incontro urgente e chiarificatoreoncon con l’assessora Nina Santisi”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO