Oggi, alle ore 11.30, nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, il sindaco, Renato Accorinti, ha incontrato Andrea Enzi Raffaelli, testimonial dell’Associazione “Federico nel Cuore”, insieme a Emilia Ammirato, coordinatrice CUS UNIME, e Cristina Scotto, woman record di traversata e fondo. Andrea Raffaelli dal 21 giugno sta percorrendo l’Italia in bicicletta sino a Messina per poi attraversare lo Stretto a nuoto. L’Associazione, promotrice dell’iniziativa, si propone con questa pedalata di solidarietà, di coinvolgere associazioni, soggetti istituzionali, privati cittadini e personaggi pubblici in una campagna contro la violenza sulle donne vittime sempre più frequentemente del fenomeno dilagante del femminicidio.

Gli obiettivi fondamentali dell’associazione sono la necessità di potenziare e sostenere con finanziamenti i centri antiviolenza, introdurre nelle scuole ore di educazione all’affettività e promuovere la diffusione di una cultura non violenta, istituire a livello nazionale una giornata contro il figlicidio, il 25 febbraio di ogni anno, attuare un serio controllo sull’operato dei servizi sociali territoriali, affinché le vittime di violenza domestica vengano ascoltate, riqualificare professionalmente gli operatori sociali che si occupano del conflitto genitoriale.

Raffaelli nei prossimi giorni arriverà a Roma per incontrare la presidente di BeFree (Centro Antiviolenza “Donatella Colasanti e Maria Rosaria Lopez”), attivo dal 1997 nel sostegno alle donne vittime di violenza, che rischia la chiusura e si recherà poi sul luogo dove è stata uccisa Sara Pietrogrande (femminicidio), per deporre un girasole in sua memoria e verso tutte le donne che hanno avuto il medesimo orribile destino. Durante i momenti, vissuti stamane, dal sindaco e dai rappresentanti del sodalizio associativo, è stata presente anche la mamma di Federico Barakat, Antonella Penati.

Andrea Raffaelli, domani mattina alle ore 11, sarà a Capo Peloro, per compiere la traversata dello Stretto a nuoto fino alla sponda opposta, dove dopo circa un’ ora giungerà in Calabria.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO