Durante la quinta Commissione che si occupa di: Verde, Arredo Urbano, Salute Pubblica e Stili di vita, presieduta da Rita La Paglia, ieri si sono vissuti momenti di tensione. Nell’Aula consiliare del Comune di Messina, infatti, vi è stato un confronto/scontro dai toni violenti, fra Pippo Trischitta, capo gruppo di Forza Italia ed Ivana Risitano di Cambiamo Messina dal Basso. La combattiva ed energica consigliera del Movimento accorintiano, avrebbe lanciato il proprio tesserino verso il messo comunale proferendo frasi piuttosto colorite. La sua reazione, è stata conseguente all’intervento di Trischitta, che non ha mancato di evidenziare come a suo giudizio sia paradossale, il fatto che CMdB, attacchi l’Amam, ma soprattutto chieda le dimissioni del presidente Leonardo Termini, scelto proprio dal sindaco Renato Accorinti, espressione del Movimento stesso.

Dopo questi fatti, che il capo gruppo di Forza Italia in Consiglio ha avuto modo di rappresentare, Ivana Risitano avrebbe preferito che la presidente La Paglia non desse la parola a Trischitta, successivamente, ha deciso di abbandonare l’Aula. Va detto, che a parziale scusante di questi avvenimenti, va riconosciuto alla consigliera Risitano, come non sia facile restare impassibili agli attacchi concentrici (che per legittima strategia politica degli avversari), rivolti sia al sindaco Accorinti che al Movimento “Cambiamo Messina dal Basso”, spesso nell’occhio del ciclone per questioni che riguardano la città. Esempi su tutti, rifiuti che proliferano un pò dappertutto e gestione delle crisi idriche, aspetti che in questi mesi sono stati spesso ridondanti a Messina, sui quali le opposizioni hanno trovato terreno fertile.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO