Martedì scorso, nella splendida frazione di Galati Marina, si è tenuta la serata del Concorso di bellezza “Miss Sicilia Bedda”, a vincere l’edizione 2016 è stata Nina Mafodda 17enne di Villafranca Tirrena. Questi i dettagli della serata, evidenziati dagli organizzatori, che scrivono: “capelli neri e classe innata, lei è Nina Mafodda, 17 anni di Villafranca Tirrena, la vincitrice della 4^ Edizione di Miss Sicilia Bedda, svoltasi martedì scorso in Piazza Risorgimento a Galati Marina. Il titolo è valido, per l’accesso alle finali regionali di Una Ragazza per il Cinema. Il Concorso, ideato dall’Agenzia Karamella del patron Giovanni Grasso, si è svolto in un’articolata serata, la cui direzione artistica è stata curata dall’attore e regista Claudio Bellezza”.

“Lo show, è stato presentato dal conduttore televisivo e radiofonico Francesco Anania. Diverse, le fasce attribuite alle bellezze femminili e maschili partecipanti. Per Miss Sicilia Bedda, secondo posto con la fascia di Miss Eleganza, Roberta Cardullo, 16 anni di Villafranca Tirrena- terzo posto con la fascia di Miss Sorriso, Daniela De Francesco, 17 anni di Fiumedinisi- quarto posto con la fascia di Miss Portamento, Maria Francesca Nunziata, 18 anni di Messina- quinto posto con la fascia di Miss Galati Marina, Angela Nicolosi, 15 anni di Messina. Per Una Ragazza per il Cinema: prima Martina Carrozza, 16 anni di Messina- seconda Martina Lisitano, 15 anni di Messina- terza Anais Pettinato, 16 anni di Milazzo- quarta Veronica Bellantoni, 21 anni di Messina- quinta Giorgia Gambicchia, 16 anni di Messina”.

“Per le selezioni provinciali di Mister Italia, primo è giunto Gabriele Bonfiglio, 17 anni di Galati Marina- secondo con la fascia di Mister Cinema, Francesco Mazzeo, 15 anni di Protonotaro- terzo con la fascia di Mister Fitness, Francesco Ballarino, 17 anni di Terme Vigliatore- quarto con la fascia di Mister Eleganza, Andrea Arena, 20 anni di Messina- quinto con la fascia de Il Più bello d’Italia, Enzo Grasso, 16 anni di Messina. La Giuria era composta da Claudio Bellezza, attore e regista, Angelo Saeli, responsabile Sud Italia Telethon, Corrado Mollica della Scuola di taglio e cucito Le Grand Chic, Marina D’Antone, artista, Cinzia Dori, stilista e coordinatrice per Miss Riviera Jonica, Marco Bombaci, Architetto, Antonio Monreale, ufologo e collaboratore del giornale on line Globus Magazine, Vittoria Italiano, modella e presentatrice e Mirko Bellezza, imprenditore”.

“Fondamentale per la riuscita della manifestazione è stato il supporto del parroco di Galati, padre Orazio Siani, non solo per l’organizzazione ma anche per il contributo artistico: da lui sono stati disegnati gli splendidi abiti con cui ha sfilato Anna Cami, Miss Sicilia Bedda 2014. Tanti, i momenti di intrattenimento ed anche dedicati al sociale. A divertire il numeroso pubblico, ci ha pensato il comico Carmelo Caccamo nei panni del popolare personaggio la Signora Santina. Emozioni in musica sono state regalate dai cantanti Rita Comisi, già concorrente di Amici di Maria De Filippi, lo showman Natale Munaò e Sonia Iorco. Ha fatto riflettere, la messinscena di uno spezzone del cortometraggio di Claudio Bellezza sull’uso delle droghe intitolato Passa oltre”.

Concludono da Karamella, affermando: “spazio anche alla solidarietà, con Stefano La Rosa, noto hair stylist e presidente dell’Associazione Ali di Cristallo, che offre supporto ai ragazzi autistici e alle loro famiglie. A Mimmo Italiano dell’Associazione Sostegno, padre Siani ha dato l’assegno ottenuto dalla raccolta avvenuta presso la comunità di Galati, per ultimare l’acquisto del pulmino per il trasporto dei disabili, molto toccante è stato, il balletto eseguito sulle carrozzine. Esibiti, inoltre, i dipinti di Marina D’Antone. Tra le targhe finali consegnate da padre Siani, una per Alessia Grasso, fino allo scorso anno direttore artistico di Miss Sicilia Bedda e di tutti i concorsi curati dalla struttura organizzativa, facente capo a Giovanni Grasso. La kermesse è stata ripresa dalle telecamere della società di produzioni Pvk, per la regia di Antonio Grasso”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO