La notizia è quasi certa, nei minimi dettagli. Il presidente del Consiglio incontrerà il prof. Accorinti, sindaco di Messina, il prossimo 15 agosto. L’occasione è unica. Tra una volata in Brasile per i giochi olimpici e un saluto al capo dello Stato il premier scenderà in riva allo Stretto e, assieme al primo cittadino, sarà alla testa del cippo della Vara lungo il tragitto che li condurrà a piazza Duomo.

La presenza del capo del governo è stata fortemente voluta da tutta la giunta di palazzo Zanca per colmare le assenze istituzionali del Prefetto e del vescovo che avrebbero certamente depotenziato un evento di portata storica.

Il cerimoniale, dicono i più informati, sarà gestito dall’assessora Daniela Ursino che ha già affidato alla Cartour il catering dell’evento, la scelta della fanfara e i giochi pirotecnici finali con la S. Barbara rinforzata. Dalla Baia di S.Francesco le navi della flotta dovranno suonare le sirene ogni 15 minuti per l’intera giornata. Praticamente ad ogni imbarco e sbarco dei tir.

L’assessore all’ambiente dovrà immediatamente, per motivi di sicurezza, provvedere a tagliare tutti gli alberi lungo il percorso e fare sparire ogni traccia di cassonetto. Il fedele Calabrò ha già allertato tutte le maestranze. Ore di fervore e di ansia incontenibili si possono già percepire nei corridoi del palazzo municipale.

La presidente del consiglio comunale ha convocato i presidenti di tutte le società partecipate per programmare nei dettagli ogni iniziativa che garantisca la massima efficienza nei servizi.

Il presidente Leonardo Termini, dell’Amam, si è detto certissimo che la nuova tubazione di Calatabiano non sarà manomessa e potrà garantire il massimo dell’erogazione durante il trascinamento della Vara. Sembra che sia anche prevista una cavalcata artistica, offerta da un famoso gruppo proprietario di carrozze d’epoca, per simboleggiare la fratellanza con il Palio dei cavalieri toscani.

Insomma questa sarà la prima vera grande occasione nella quale la Città di Messina potrà dimostrare tutto il proprio valore e la innata ospitalità.

L’assessore Eller Vainicher ha già promesso che, alla luce di questa immensa opportunità, la delibera con la quale si sarebbe dovuto dichiarare il dissesto sarà accantonata.

Immancabili, come sempre, le polemiche da parte di alcune componenti politiche. Le più forti sono quelle che riguardano la scelta della ditta che si occuperà del catering. Una commissione dovrà valutare la genuinità e la messinesità dei prodotti forniti. Sembra che si profili un testa a testa tra la dittà L’Ancora di viale della Libertà e la Dolce Vita di piazza Duomo. C’è chi sostiene che il presidente Renzi sia un ottimo intenditore di arancine.

L’evento sarà ovviamente trasmesso su tutte le reti nazionali come hanno già garantito i nuovi direttori di rete. Mentre le video registrazioni dell’evento si potranno acquistare in edicola, già da settembre, in abbinamento con tutti i quotidiani.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO