Manca meno di un mese all’avvio della stagione venatoria, prevista il 1 settembre. Per chi è appassionato di caccia ed esercita questa attività, le prospettive sono cariche tensione. Per distribuire i 1.500 tesserini a disposizione degli aventi diritto, il Comune ha individuato solo due punti per la distribuzione.

Uno, è a Palazzo Satellite, l’altro invece è stato localizzato nella sede della VI Circoscrizione, tutto durerà solo 5 giorni. La decisione, finirà per procurare enormi disagi ai cacciatori che risiedono nella zona sud della città o nei villaggi collinari. Dopo aver percorso svariati chilometri, per ottenere un loro diritto, saranno costretti a sobbarcarsi file altrettanto lunghe.

A porre l’accento su questa situazione importante, questa mattina sono intervenuti, nel corso di una conferenza stampa, i consiglieri comunali: Carlo Abbate, Francesco Pagano, Mario Rizzo e Franco Mondello ed il consigliere della V Circoscrizione Bernardo Fama’. L’iniziativa si è svolta in Sala Commissioni, alla presenza di una cospicua rappresentanza dei cacciatori stessi.

Si è appurato, nell’incontro con i giornalisti, che Palazzo Zanca non sarebbe nelle condizioni di aprire altre sedi distaccate, per mancanza di personale. Una giustificazione del genere però, non è gradita dagli interessati, che chiedono fortemente il rispetto dei propri diritti.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO