Dalle prime ore della giornata, ha avuto inizio l’esodo estivo, più della metà degli italiani (54%) ha deciso di mettersi in viaggio per raggiungere le località di mare e di villeggiatura per trascorrere il Ferragosto da parenti o amici o semplicemente in vacanza. A Messina, lunghe code si sono formate sul viale Boccetta, con evidenti ripercussioni sulla viabilità interna della città, ad esempio in via XXIV Maggio. I tempi di attesa agli imbarchi privati della Caronte & Tourist, sicuramente superano i 90 minuti, dipendono comunque dal numero di navi e di corse esistenti sulla linea Messina – Villa San Giovanni e vice versa.

Intorno alle 14.30 una fila consistente, si è formata alla svincolo autostradale di Boccetta in uscita verso la rada San Francesco. Vengono da farsi, diverse domande, fra la più ovvia: perché non avvisare gli automobilisti di usufruire degli altri svincoli cittadini, segnatamente quello di Messina Centro, dato che proprio da li iniziava l’incolonnamento dei mezzi? Non si è trattato in questa circostanza, di un esodo prevedibile? Perché, chi doveva semplicemente tornare a casa proprio nei pressi di viale Boccetta, si è dovuto fare la fila con chi invece doveva imbarcarsi?

Per tenersi informati e spostarsi in tutta sicurezza, raggiungendo tranquillamente le proprie mete di destinazione, ci si può informare su: CCISS Viaggiare informati, Isoradio 103.3 Mhz – F.M., Onda verde (Rai), RTL 102.5 Mhz – F.M., con le informazioni al termine del Giornale orario, direttamente dalla Società Autostrade per l’Italia.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO