Il terremoto in Umbria e nelle Marche, che ieri ha interessate diversi centri e cittadini, causando, disagi, morte e devastazione, ha fatto si che potesse mettersi in moto la macchina della solidarietà, sempre necessaria in questi casi, così l’AnciSicilia, che riunisce i comuni dell’isola scrive: “confermiamo la nostra vicinanza e solidarietà alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Il sostegno dei comuni siciliani, dei liberi consorzi e delle città metropolitane raggiunga i cittadini e tutte le amministrazioni colpite da questa terribile tragedia”.

Quello poc’anzi accennato, è il pensiero di Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’AnciSicilia, che concludendo aggiungono: “invitiamo le amministrazioni comunali dell’Isola a mettere a disposizione della Protezione civile regionale mezzi, uomini e strutture per predisporre una rete di aiuti efficace ed immediata. Infine, rivolgiamo un appello anche ai cittadini affinché, nei modi che riterranno più opportuni, partecipino attivamente alle iniziative di solidarietà”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO