Durante l’incontro di calcio tra Catania e Akragas, svoltosi lo scorso 21 agosto, due tifosi catanesi hanno esposto, per alcuni minuti, uno striscione giallo con una scritta nera estremamente ingiuriosa nei confronti della Polizia.

Immediate le indagini della Squadra Tifoserie della Digos: a seguito di specifica attività investigativa, suffragata dal contributo delle immagini videoriprese effettuate dal personale del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, ha denunciato all’Autorità Giudiziaria i due ultras catanesi.

T.A. di anni 27, pregiudicato per reati commessi in ambito sportivo già sottoposto al Daspo e A.A di anni 22, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, sono stati pertanto deferiti alla locale A.G. per avere violato il divieto di esporre striscioni e cartelli ingiuriosi ex art. 2 bis della legge n. 41/2007 e, T.A. anche per travisamento.

Inoltre, nei confronti dei predetti, il Questore di Catania Marcello Cardona, ha emesso i provvedimento di Divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive rispettivamente per otto anni e cinque anni con obbligo di comparizione presso gli uffici di Polizia. Gli stessi sono stati altresì sanzionati per violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo “A. Massimino”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO