Risveglio amaro per tre spacciatori di marijuana messinesi: questa mattina i Carabinieri di Messina hanno fatto irruzione all’interno di una villa del litorale peloritano traendoli in arresto, proprio alle prime luci dell’alba.

All’interno venivano rinvenuti e sequestrati complessivamente 500 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” suddivisi in barattoli di vetro, due bilancini elettronici di precisione e la somma in contante di euro 1000 suddivisa in banconote da 50.

Nel seminterrato erano invece presenti molteplici vasi pieni di terriccio utilizzati per la coltivazione nonché cinque manuali di istruzione sulla coltivazione della canapa indiana, prova evidente dell’attività illecita condotta presso l’abitazione.

In manette sono finiti il proprietario di casa, pregiudicato locale classe ’81, unitamente ad una coppia convivente di messinesi (lui 33enne e lei 25enne). Nella circostanza i Carabinieri hanno anche deferito in stato di libertà per favoreggiamento 4 ragazzi (tra cui un minore) presenti all’interno della villa poiché hanno tentato, all’arrivo dei militari, di disfarsi di parte della droga scaricandola nel bagno.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO