In questi primi giorni di settembre a Catania la villa Bellini sulla via Etnea, ha ospitato la “Festa dell’Unita'” del PD. Oggi pomeriggio, i lavori sono stati conclusi dal segretario del Partito e presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La sua presenza pero’ invece che essere considerata positivamente, ha surriscaldato gli animi di molti. Si sono avuti infatti, momenti di nervosismo innanzi l’ingresso del famoso parco etneo, dove il massimo responsabile del Governo nazionale aveva apoena concluso il proprio intervento relazionando ai presenti,

I contestatori hanno agito attuando lanci di pietre e bottiglie, cio’ in presenza delle Forze dell’Ordine. Gli addetti alla pubblica sicurezza, hanno risposto lanciando un lacrimogeno. La Polizia per gli episodi descritti, ha arrestato due giovani manifestanti travisati, completamente vestiti di nero.

Dal momento che gli aderenti al corteo di contestazione contro l’inquilino di Palazzo Chigi, hanno continuato a protestare anche dopo molto tempo dalla fine dell’orazione di Renzi, la zona di villa Bellini e’ stata posta sotto controllo dagli agenti.

Svariate persone per la paura di poter subire eventuali conseguenze di natura fisica per possibili recrudescenze fra i contestatori, hanno preferito restare all’ interno dell’area verde attrezzata.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO