Da oggi in poi un sistema informatizzato monitorerà le salme in entrata al Gran Camposanto di Messina. Tale servizio nasce in via sperimentale e dovrebbe servire per snellire le problematiche burocratiche che, spesso e volentieri, ritardano la costruzione di nuovi loculi; con conseguente sovraffollamento della camera mortuaria.

Con tale sistema è stato possibile geo-referenziare il deposito temporaneo delle salme che stazionano all’interno del deposito-camera mortuaria del Gran Camposanto. Lo scopo finale è riuscire a contenere la cronica carenza di posti e le difficoltà burocratiche, che rallentano la costruzione di nuove sepolture disponibili e l’ampliamento dei cimiteri rurali, è essenziale poter monitorare e localizzare, in tempo reale, la situazione delle salme in deposito, così da poter intervenire nei tempi prestabiliti secondo le disposizioni e le norme vigenti.

Nell’ottica della progressiva informatizzazione del dipartimento, finalizzata anche al miglioramento della trasparenza delle procedure, da oggi, insieme al modello “autorizzazione ingresso presso i cimiteri cittadini”, saranno rilasciate due etichette adesive, che riporteranno progressivamente l’assegnazione in automatico della posizione temporanea della salma in deposito.

Il personale addetto al deposito dovrà obbligatoriamente apporre tali etichette sul feretro alla ricezione della salma, avendo cura di posizionarle in modo tale da assicurarne la visibilità. In mancanza delle etichette, le salme stazioneranno nell’area dedicata fino alla consegna delle stesse al personale addetto. Non sarà possibile, per nessun motivo, chiedere di cambiare la posizione assegnata come riportata nelle etichette.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO