Prosegue l’attività della Polizia di Stato, tesa a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto. A farne le spese un 27enne barcellonese arrestato per furto aggravato di elettricità e coltivazione di sostanza stupefacente.

Durante la perquisizione domiciliare è stata rinvenuto, nel bagno della sua abitazione, un pensile da cucina artefatto in maniera tale da poter consentire la coltivazione di sostanza vegetale, all’interno del quale sono stati rinvenuti in una vaschetta in plastica nr. 4 rami di canapa indiana. Inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati un bilancino di precisione e due boccette in plastica contenenti fertilizzante.

Nel corso della perquisizione, è stato altresì accertato l’allaccio abusivo alla rete ENEL. Gli agenti hanno infatti rilevato che l’energia elettrica passava attraverso appositi fili che facevano confluire l’energia elettrica sull’impianto dell’utilizzatore, di fatto bypassando il contatore che risultava cessato per morosità.

In seguito all’avvento arresto il P.M. di Barcellona PG, Matteo Micheli, visto lo stato di incesuratezza dell’arrestato ritenendo di non adottare l’applicazione di misure coercitive, ha disposto che lo stesso restasse a disposizione dell’A.G. in stato di libertà.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO