A Francavilla di Sicilia, centro della provincia jonica di Messina, nelle scorse ore è accaduto un episodio particolarmente grave. Un uomo infatti, avrebbe inveito contro il proprietario dell’abitazione (da lui affittata), prendendo a bastonate il malcapitato, la cui unica colpa sarebbe stata quella di avere chiesto sei mesi di arretrati. I militari dell’Arma, della Stazione competente, dopo i gravi fatti verificatisi, hanno proceduto con l’arresto del responsabile, un quarantenne del luogo. Su di lui, pende ora, l’accusa di lesioni aggravate.

Gli appartenenti alla Benemerita, avrebbero accertato attraverso una accurata ricostruzione, che l’arrestato si sarebbe avventato verso il padrone della casa nella quale risiede, dopo aver ricevuto una visita da parte della vittima, quest’ultima avanzava legittime richieste sulla corresponsione delle mensilità arretrate, relative alla pigione. Nel corso del ricovero all’Ospedale San Vincenzo di Taormina, al proprietario dell’immobile, sono state diagnosticate contusioni ad un braccio, alla parete addominale ed un trauma cranico, per tutto ha avuto una prognosi di guarigione pari a 5 giorni.

Per l’aggressore invece, l’Autorità Giudiziaria, dopo aver espletato le formalità di rito, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari da scontarsi nella propria abitazione, nella quale è stato accompagnato dagli appartenenti alle Forze dell’Ordine. Nel luogo, dovrà attendere la data in cui sarà celebrata l’udienza con rito direttissimo.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO