Continuano le operazioni dei Carabinieri tese a reprimere coloro che, in spregio alle norme di reciproca convivenza, proseguono ad utilizzare autoradio potentissime, disturbando coattivamente la quiete pubblica e il riposo dei cittadini messinesi.

Questa volta però i militari si sono trovati di fronte ad uno stereo di fattura artigianale ma della potenza record: ben 3000 watt! Facile immaginare le conseguenze sui cittadini che durante le ore notturne erano costretti a subire i suoni che il proprietario del mezzo (una Smart) diffondeva incurante del riposo altrui.

Il giovane, un messinese di 22 anni, è stato così fermato dai militari del Nucleo Radiomobile e denunciato per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. Rischia l’arresto fino a tre mesi e l’ammenda fino a 309 euro. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati denunciati ben 10 “fracassoni”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO