Quest’oggi al largo delle coste della Libia, nel corso di varie operazioni di soccorso con a capo la Guardia Costiera, sono stati recuperati i corpi di sette migranti. Le attivita’ umanitarie intraprese nel braccio di mare teatro di tali avvenimenti, hanno permesso di rintracciare piu’ di 3.300 persone dirette verso mete distanti dalla miseria e disperazione dei loro paesi.

I cadaveri trovati, erano a bordo di due distinti gommoni, su uno ve ne erano quattro, sull’altro tre. I soccorsi in acqua, sono stati complessivamente 24, si sono potuti compiere grazie alla partecipazione di navi della Guardia Costiera, delle unità facenti parte del programma Eunavformed. Inoltre, si e’ fatto affidamento anche sulla presenza di un mezzo della Marina militare irlandese, un mercantile e alcune imbarcazioni di Organizzazioni non Governative.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO