Quella che raccontiamo, è una vicenda dura, triste, è così che il susseguirsi dei fatti ha determinato il dovuto intervento dei poliziotti della Squadra Volanti, di stanza presso la Questura peloritana. I protagonisti della vicenda, hanno 26 e 22 anni, dalla loro unione sono nati tre figli, che sono ancora piccoli. La vita tra i due era scandita da grande e reale difficoltà, la cui maggiore evidenza, si notava con il verificarsi di episodi quali, minacce, anche di morte oltrechè continue aggressioni, verbali e fisiche.

La situazione è peggiorata in modo più grave, nel momento in cui, lei ha deciso di interrompere la relazione volendosi allontanare da casa. L’uomo a quel punto, è stato preso da sentimenti di gelosia e manifestazioni di violenza. Grazie all’intervento dei poliziotti, è emersa una palese situazione di violenza e reiterati maltrattamenti sulla donna confermati da familiari e persone vicine, spesso spettatori e testimoni della condotta del compagno violento. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, il 26enne è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce gravi.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO