Si respirava una atmosfera tesa, questa mattina all’Ignatianum, l’Istuto dei padri Gesuiti sito in viale Regina Margherita, scelto dalla sezione messinese del Centro Servizi per il Volontariato, quale sede ove svolgere le elezioni per il rinnovo delle cariche associative.

Alla fine, nel pomeriggio fra i 180 soci chiamati al voto, e’ emerso un orientamento in linea con il recente passato, ovvero la conferma degli organi uscenti con in testa il presidente Santi Mondello che ha raccolto 115 voti. Unica differenza, l’assenza del dottor Giuseppe Pracanica che non fara’ piu’ parte del Consiglio direttivo.

La mattinata, cosi come i giorni precedenti, e’ stata caratterizzata da contrapposizioni e polemiche, dovute all’esclusione statuita dalla Commissione elettorale, nei confronti dell’ex assessore ai Servizi Sociali del Comune di Messina, il professor Dario Caroniti (sostenuto da molti associati tra i quali lo stesso Pracanica).

Ventuno soci durante l’Assemblea iniziata alle 10.30, hanno deciso a lavori in corso di abbandonare l’Aula, dopo un voto negativo dei presenti, circa la richiesta del gia’ responsabile delle Politiche Sociali a Palazzo Zanca, di rinviare le elezioni.

La candidatura del docente universitario, e’ stata stoppata per la mancata legittimita’ a sottoscrivere la sua discesa in campo da parte di un sostenitore. Tale interpretazione (peraltro di parte e’ stata estesa da un avvocato al sodalizio associativo), fatta dunque propria da chi doveva dare disco verde ai candidati ha determinato il futuro prossimo dell’Ente.

Caroniti, ha affermato: “avere una persona competente, puo’ arricchire il Cesv, ma evidentemente non vogliono accogliere nuove risorse. Si contesta in maniera proditoria, la mia candidatura per un cavillo (un sottoscrittore sarebbe rappresentante legale di una Associazione ma non il presidente)”.

“Non fanno rilevare nulla sull’impossibilita’ prevista dalla legge, di poter firmare per piu’ di un candidato che si presenta per venire eletto, come qui invece avviene. Chiederemo che realmente, in modo paritetico, si sviluppi la Rete del volontariato in tutta la provincia di Messina”.

Mondello invece, evidenzia: “apprezzo l’operato della Commissione elettorale, che se ha deciso di escludere il professor Dario Caroniti, evidentemente ha esaminato bene le carte. Ho chiesto il voto, sulla base dell’azione che con grandi sacrifici abbiamo portato avanti per gestire il Cesv”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO