Medici Senza Frontiere, l’Organizzazione umanitaria che opera in tutto il mondo con le sue opere di solidarieta’, ha riferito di un nuovo naufragio al largo della Libia. La struttura solidale, ha soccorso e recuperato 27 migranti. L’Ong, ha scritto in un tweet: “i 27 uomini sulla Argos erano, dapprima su una barca con a bordo 130 persone. Loro sono gli unici sopravvissuti, e’ stata una tragedia inaccettabile”.

Dopo aver salvato gli sfortunati naufraghi, che viaggiavano a bordo di un gommone, gli uomini a bordo della nave Argos (una di quelle che compongono la flotta di Medici Senza Frontiere impegnata nel canale di Sicilia), hanno provveduto a recuperare anche i cadaveri di sette persone.

Proprio mercoledi, è stato reso noto il terzo Rapporto sulla protezione internazionale in Italia per l’anno in corso. Dal documento si evince, che da gennaio alla fine di ottobre scorso, nel tentativo (fallito) di raggiungere l’Europa, sono morti 4.899 cittadini, 3.654 dei quali nel Mediterraneo.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO