Si e’ svolta questa mattina, nel Salone degli specchi di Palazzo dei Leoni (ex Provincia Regionale), la cerimonia per premiare i vincitori della Quinta Edizione del Concorso di disegno, poesia e fotografia.

Il titolo, dell’iniziativa e’ stato: “Non facciamola crollare, andiamo a studiare. Un arcobaleno di … DIRITTI”, una manifestazione organizzata dall’Osservatorio minori “Lucia Natoli”, che da anni in citta’ si occupa di diritti dell’infanzia.

Per i vincitori, si e’ pensato ad un premio particolare, ovvero una visita premio al Museo Regionale, questo grazie all’offerta proposta dal Soroptimist Club di Messina. In tutto il mondo, il 20 novembre si celebra la “Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolwscenza”.

Il concorso ideato dal sodalizio associativo presieduto da Saro Visicaro, e’ inserito nell’ambito delle iniziative per ricordare degnamente una data tanto importante, in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Hanno partecipato alla selezione, circa 600 studenti, frequentanti 12 plessi facenti parte degli istituti comprensivi “Villa Lina-Ritiro”, “Salvo D’Acquisto” e “Manzoni”, 21 i premi consegnati, sia a lavori di gruopo che individuali.

Il Soroptimist, presieduto dalla professoressa Giusi Furnari, provvedera’ con il fornire ogni strumento idoneo alla visita al Museo, dal mezzo di trasporto, alla guida, ai biglietti di ingresso, un vero e proprio tour interamente autogestito. La visita premio, alla struttura diretta da Caterina Di Giacomo che è pure vicepresidente del Club, ha l’obiettivo di far conoscere ed amare ai giovani messinesi la città.

Quest’anno, il concorso invitava ad inviare componimenti aderenti al tema della sicurezza degli edifici scolastici. Sono intervenuti, alla premiazione: Saro Visicaro, Ennio Marino ed Umberto De Angelis in rappresentanza dell’Osservatorio “Lucia Natoli”, la presidente del Soroptimist Giusi Furnari, l’ing. Gaetano Sciacca, direttore dell’Ufficio provinciale del Lavoro, l’architetto Elena La Spada, componente della giuria che ha valutato gli elaborati, Eliana Torri dell’Ussm – Ufficio Servizio Sociale Minori del Tribunale minorile.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO