Stamani, nell’Aula Magna del liceo classico La Farina, vi è stato un incontro fra i ragazzi dell’Istituto scolastico cittadino ed il questore di Messina, Giuseppe Cucchiara, per una iniziativa denominata: “Polizia di Stato a 360°”. Il massimo dirigente ha parlato a lungo con gli studenti, ovvero giovani donne ed altrettanti uomini ai loro ultimi anni di scuola superiore. Con loro, il questore ha voluto trattare argomenti cardine in relazione a concetti come la sicurezza e l’ordine pubblico, l’incolumità dei cittadini e la tutela della proprietà.

Diverse domande, cui è stata data risposta, come ad esempio: Chi è il Questore? Qual è il suo ruolo? Cosa si intende per Autorità di Pubblica Sicurezza? Ma soprattutto come funziona la “macchina” Polizia di Stato sul territorio? Ai ragazzi sono state mostrate slides esplicative su come è organizzata la Questura di Messina ed i Commissariati di polizia presenti in città e provincia. Ci si è poi soffermati su compiti e funzioni dei differenti uffici: il funzionamento della Squadra Mobile di Messina, la D.I.G.O.S., come opera? Quando un cittadino chiede aiuto e digita sul display il n° 113, cosa accade fattivamente?

Tra le richieste avanzate al dottor Cucchiara, quella relativa al bullismo, specie nelle scuole, ma anche una per conoscere quale sia il rapporto di fiducia tra Polizia e cittadino. Si è, quindi, contestualizzata l’organizzazione interna della Questura relativamente a fenomeni che interessano da vicino la città di Messina: come opera la Polizia di Stato in caso di sbarco? Com’è organizzato l’Ufficio Immigrazione? Infine poi, uno spazio dedicato all’impegno della Polizia di Stato nella comunicazione con il cittadino attraverso il sito www.poliziadistato.it e nell’interazione sui social specie con i più giovani: Facebook, Twitter e YouTube.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO