In condizioni gravi sin dall’inizio, ma non tali da decretarne la morte come erroneamente pensato e diffuso nelle concitate circostanze legate al grave incidente del M/T Sansovino della Siremar. Evento, accaduto ieri alle 15 al Molo Norimberga di Messina.

Il nostromo di bordo, Nino Lombardo lotta per non morire dopo essere rimasto coinvolto con i suoi colleghi marittimi, nelle terribili fasi accadute nei locali di sentina prima ed in una cisterna dopo, dell’unita’ navale destinata ai collegamenti tra la Sicilia e le isole minori.

Intanto, l’imbarcazione della Compagnia di navigazione, su disposizione del pubblico ministero di turno, della Procura di Messina, la dottoressa Federica Rende, e’ sottoposta a sequestro.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO