Nuovamente in onda questa sera, su Tremedia, al termine delle edizioni dei Tg della rete, la trasmissione tv Messina può rinascere, che va in onda anche nei giorni a seguire con le previste repliche inserite nel palinsesto dei programmi dell’emittente. Ospite in studio il deputato nazionale di Area popolare e leader dei Centristi per la Sicilia Gianpiero D’Alia.

I conduttori, Roberto Pintaldi e Gianluca Rossellini dicono: “con lui discuteremo dell’Udc e della formazione del suo nuovo Movimento, ma anche di politica regionale e nazionale. In particolare cercheremo di capire perchè è stato espulso dal Partito o comunque lo ha lasciato, se è vero che l’ex presidente Cuffaro e alcuni suoi uomini hanno preso nelle mani l’Udc”.

“Parleremo anche della nuova formazione politica che probabilmente si formerà con l’Ncd e di un seguente appoggio al Pd in campo regionale, locale e nazionale. Ci soffermeremo anche sulle candidature, per capire se è vero che D’Alia sembra volersi candidare a sindaco o come dicono altri a presidente della Regione, in caso contrario cercheremo di comprendere quali candidati appoggerebbe il suo partito”.

“Inoltre, parleremo della sfiducia ad Accorinti e della possibilità che i Centristi per la Sicilia la votino anche se sarà presentata da un’altra formazione politica. Infine, D’Alia dovrà dire se la soluzione dell’Autorità portuale con Gioia Tauro sia ancora la migliore, se appoggiare Crocetta è stato giusto e se si sente responsabile, insieme a tutti i politici che da anni operano a Messina, dello sfascio della città”.

I responsabili del programma, terminano affermando: “nella seconda parte quella dedicata all’opinione dei cittadini, il politologo Piero Conte e infine nella sezione Culturale il maestro Nino San Filippo che reciterà un suo componimento. Questo e tanto altro, sul canale 112 del digitale terrestre”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO